fbpx

FAI DA TE NATURALE E SENZA SPRECHI

//FAI DA TE NATURALE E SENZA SPRECHI

FAI DA TE NATURALE E SENZA SPRECHI

Nelle nostre città si sta diffondendo sempre di più la virtuosa pratica della raccolta differenziata.

Tra i vari tipi di rifiuti da smaltire in modo corretto ci sono quelli organici, cioè gli scarti di cibo, foglie secche e anche alcuni tipi di stoviglie monouso prodotte con materiali riciclabili.

Smaltire i rifiuti organici negli appositi contenitori è assolutamente giusto, ma possiamo provare anche ad utilizzarli per le nostre piante, il nostro orto e il nostro giardino, con il compost domestico!

La natura ci insegna che tutto si trasforma in qualcos’altro diventando energia. In questo caso, il compostaggio fai da te ci torna utile due volte: ci fa ridurre ulteriormente gli sprechi e ci permette di imparare a praticare nel nostro piccolo i principi di economia circolare, cioè un’economia basata sulla rigenerazione delle risorse.

IL COMPOST IDEALE

Non tutti gli scarti, anche se organici, sono adatti al compost. Essendo un fertilizzante naturale, ha bisogno che si inneschi una giusta reazione chimica per far proliferare i batteri che aiuteranno la formazione del compost e quindi la buona concimazione delle nostre piante.

Ecco quindi quali sono i residui organici adatti per il compostaggio:

Scarti di potature

Gusci di uova

Bucce di verdure

Fondi di caffè

Filtri di tè

Tessuti 100% naturali come il cotone e la lana

Carta e cartone non trattati

 

Già questo elenco ci consente di dimezzare i nostri rifiuti e riutilizzarli per il benessere delle nostre piante!

 

REALIZZIAMO UNA COMPOSTIERA DA BALCONE

Ora che conferiamo i rifiuti nei bidoni appositi per la raccolta porta a porta (c’è già nella tua città?) magari ci avanza un bidone di plastica rigida solitamente usato per i rifiuti.

Bene, ci tornerà utile per la nostra compostiera. Ecco come realizzarla:

  1. Foriamo la base del bidone e sui lati per permettere il passaggio dell’aria
  2. Foderiamo l’interno del bidone con una zanzariera resistente o una rete metallica a maglia sottile fissandola al bidone con delle fascette
  3. Sul fondo del bidone mettiamo dell’argilla espansa oppure della ghiaia, per drenare il compost
  4. Sistemiamo la compostiera in un angolo soleggiato d’inverno e ombreggiato d’estate.

Il buon compost non produce cattivi odori, a patto che ci ricordiamo di NON mettere rifiuti di animali e nulla di unto, alterniamo la parte umida a quella secca e rimescoliamo una volta ogni tanto con un apposito bastone.

Eccoci pronti per coltivare la sostenibilità ed il rispetto per l’ambiente!

2019-10-07T09:31:55+00:00
WhatsAppa il volantino
x